fbpx

L’ARTE DI CAMBIARE FORMA Prima parte

Post Blog Heidi L'arte di cambiare forma

L’arte di cambiare forma

Molti guaritori sciamani, forse ne avrai già sentito, riescono a fondersi con ciò che li circonda. Da qui, storie che a onor del vero si fondano con le leggende di uomini che riescono a cambiare il clima, muovere alberi o diventare alberi essi stessi. Fatto sta che il concetto importante è che spesso le storie si nutrono di leggende, ma a noi ciò che interessa è il concetto.  Un concetto importante e riconosciuto e soprattutto crea effetti tangibili.

Alcuni sciamani praticano l’arte di cambiare forma per trasformarsi in alberi, in animali.. Come fanno?Sono pronti ad abbandonare la propria resistenza verso qualcosa, diventando la cosa stessa. Riescono a lasciare andare il loro se per unirsi pienamente ad un altro aspetto del creato.

Questa non è solo un’arte delle tradizioni sciamaniche, ma anche uno dei principi della tradizione alchemica ed è questo il primo principio di trasmutazione. Ma attenzione, quando si parla di questo concetto, spesso si fa un errore profondo che fa perdere completamente il beneficio del concetto principale. Sicuramente avrai sentito cose del tipo: fai come se. Tipo, se vuoi trovare la persona giusta, fai come se l’avessi già trovata. Questo dovrebbe dirigere i tuoi pensieri e le tue azioni. Se vuoi migliorare la tua situazione finanziaria, fai come se fossi già in quella situazione finanziaria. Tutto ciò, non dico che sia un consiglio sbagliato, l’ho usato anch’io, più volte perché intercetta diversi livelli della nostra essenza.

Quando si ha un certo tipo di livello di comprensione può essere utile, ma qui parliamo di un livello di comprensione ancora più alto. Il problema, in questo caso, diventa proprio il “fai come se” perché vibreremo di quel “fai come se”, quindi non vibreremo come la persona che ha trovato la persona giusta, o che ha raggiunto uno status finanziario che voleva, ma ma come quella persona che fa come se fosse..

E’ una differenza piccola,  ma sostanziale. Pensa alla differenza tra il primo ed il secondo atleta di un gigante di Coppa del Mondo: spesso sono decimi, o centesimi di secondo.Veramente dettagli. Ma sono i dettagli che fanno la differenza.

Mutare forma: cosa dice la scienza?

Parliamo di psicologia e di psichiatria, dove luce figure sono state abbondantemente studiate e possono darci indicazioni importanti cosa succede quando c’è un mutamento di forma. Sto parlando di quello che in psichiatria viene chiamato “personalità multiple”. La definizione di personalità multipla, in psichiatria, indica la presenza di 2 o più identità o stati di personalità separate che a loro volta prendono il controllo del comportamento del soggetto, accompagnate da un’incapacità di evocare i ricordi personali. La personalità multipla è una condizione così potente che inibisce, addirittura, i ricordi personali.

Ovviamente questa in psichiatria è considerata una malattia mentale, chiaramente il motivo perché non è controllata, ma pensa cosa accadrebbe se riuscissimo ad utilizzare questo principio a nostro vantaggio.

Identificandoci a livelli così profondi di conoscenza, in modo da de-programmarci completamente, ricostruendoci, di nuovo, da zero.

Il dott. Richard Bear, psichiatra statunitense, racconta la storia di Karen, una donna con diciassette personalità. Prima di entrare in terapia – racconta Karen – non sapevo nulla delle diciassette personalità. Certo alcuni segni erano evidenti: gli abiti tornavano dalla tintoria connoti di clienti diversi, in casa c’erano oggetti che non ricordavo riaver comprato. A volte non ricordavo nulla di me, della mia famiglia, dei miei amici ami sembrava che mio figlio più grande si fosse accorto che non ero sua madre.

Ancora una volta, essendo uno stato non controllato, la riconosciamo come malattia. Noi non ci occupiamo di patologie, ma è interessante notare le dinamiche.

Richard Bear ha dichiarato:

L’eccezionalità sta nel fatto che tutte le personalità abbiano agito indisturbate per anni, con la possibilità di scegliere, crescere, agire. Una volta formate, le personalità si alternavano, all’insaputa del soggetto. Nel caso di Karen, ciascuna delle personalità aveva una vita propria con amici diversi.

 

Prova ad immaginare che identificazione profonda!

Una persona con diciassette personalità, ognuna con i suoi gusti, con i suoi amici, ognuna con lesse preferenze, a volte anche molto distinti fra loro. Questo non è solo identificazione, ma è molto più vicina al concetto di cambiare forma. Karen non faceva come se fosse un’altra persona, lei era un’altra persona!

Le ricerche mostrano che quando una persona è affetta da questo disturbo, non solo cambia la definizione profonda del Sè, ma cambia anche i parametri fisici e biologici.

Esistono studi che riportano perdite di peso di anche dieci kg in qualche giorno; scomparsa di cicatrici che poi rinvengono col ritorno della vecchia identità, trasformazioni di voce, di ricordi, di aspetto fisico. E questo anche nel giro di pochi minuti.

Un cambiamento di identità di questo livello non fa cambiare solo il corpo, lo stato mentale, ma modifica anche le vibrazioni e di conseguenza anche l’esperienza della nostra realtà. Perché la conoscenza non è separata dal mondo reale.

Cambiare la propria coscienza equivale a cambiare la realtà esterna.

Seguimi

Scritto da Heidi Zorzi

Diventare Mental Coach, mi ha aiutato a comunicare con i miei figli, con i miei allievi, in modo sempre più chiaro ed efficace, e aiuta loro a sviluppare autostima, motivazione, consapevolezza, che sono condizioni importanti sia nello sport, sia, soprattutto, nella vita.

7 Gen, 2022

Articoli correlati…

MUOVI LA TUA ENERGIA

MUOVI LA TUA ENERGIA

Prova ad immaginare il tuo corpo, come se fosse costituito da un sistema idraulico. Qualsiasi sistema idraulico per funzionare, ha bisogno di pompe che diano energia, movimento, e di canali che portano l’acqua come dai fiumi al mare.

SEI SINTONIZZATO?

SEI SINTONIZZATO?

Nel nostro corpo scorre un energia. Energie che alcune filosofie chiamano Prana, forza vitale, Chi. Questa energia dà luogo alla formazione di un campo che ci circonda, forse è ciò che ci fa sentire a pelle, attraverso gli organi recettori, determinate sensazioni a contatto con persone o luoghi. Quando sentiamo qualcosa come il carisma o quando abbiamo la sensazione che qualcosa non funzioni o che una persona ci fa del bene.

PERCHÈ SUCCEDE CIÒ CHE STIAMO VIVENDO?

PERCHÈ SUCCEDE CIÒ CHE STIAMO VIVENDO?

Ognuno di noi è qui per un viaggio. E’ un po’ come quando iniziamo ad andare a scuola, non possiamo iniziare direttamente dalla prima superiore, ma dobbiamo andare alla prima elementare. Nel nostro mondo, quello che percepiamo, avviene la stessa identica cosa. Da quale classe iniziamo? Dipende da come siamo usciti dalla classe precedente.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facciamoci una chiacchierata

9 + 5 =

Share This