fbpx

LA ROUTINE DEL BENESSERE. Le abitudini

Post Blog Heidi La tua Routine del benessere

Routine del benessere: cos’è?

Una routine del benessere è un ingrediente chiave per realizzare i cambiamenti che desideri nella vita!

La nostra vita è misurata in cucchiaini da caffè.

Thomas Eliot 

Questo significa che il significato di una vita umana non si crea con grandi imprese, ma con piccoli gesti quotidiani. Sono infatti i piccoli gesti che fanno la differenza e tutto parte dalle abitudini che governano la nostra vita.

Noi non decidiamo il nostro futuro, sono le nostre abitudini a farlo.

Il segreto del nostro futuro è scritto nella nostra routine quotidiana.

Sono i piccoli gesti che fanno la differenza: le grandi trasformazioni, in genere, avvengono grazie all’accumularsi di tanti piccoli gesti e di tanti piccoli risultati; e tutto parte dalle abitudini che governano la nostra vita. Noi non decidiamo il nostro futuro, sono le nostre abitudini a farlo.

Il segreto del nostro futuro è scritto nella nostra routine quotidiane. Noi tutti infatti, viviamo in un enorme mare di abitudini umane: alcune sono meravigliose e portano gioia; altre sono superflue, limitanti ed a volte persino dannose.

Esistono abitudini di comportamento e abitudini di pensiero. Abitudini nel modo in cui comunichiamo e nel modo in cui gestiamo le nostre emozioni. Le abitudini governano come mangiamo, come lavoriamo, come passiamo tempo libero, come ci comportiamo con gli altri e come ci rapportiamo con il denaro.

Il cervello umano viene plasmato attraverso attraverso la ripetizione. Nei primi due anni di vita, il cervello di un bambino, pur avendo pressoché lo stesso numero di cellule neuronali di un adulto ha connessioni  numerosissime, fino a due milioni di nuove connessioni ogni secondo. All’età di due anni, un neurone medio ha più di 15.000 connessioni, quasi il doppio di quelle di un adulto. Diventiamo quello che siamo, non tanto a causa di ciò che cresce nel cervello, ma a causa di ciò che viene rimosso.

Più gli schemi di pensiero o di comportamento vengono ripetuti, più si crea un percorso neurone preferenziale. Ovvero un modo di parlare o di pensare preferenziale. Quando ci arrabbiamo, così come quando proviamo amore o siamo pazienti, meditiamo, ecc, attiviamo un determinato percorso neuronale, una determinata abitudine di pensiero e di comportamento. Più lo facciamo, più quelle sinapsi, quegli schemi di comportamento o di pensiero si rinforzano.

Come migliorare, allora?

Semplice. Basta aggiornare il nostro sistema di abitudini ed allargare il nostro concetto di potere.

Abitudini

E’ buffo, perché aggiorniamo continuamente i nostri sistemi tecnologici, i nostri computer, ma spesso viviamo con credenze e abitudini obsolete, senza nemmeno rendercene conto. Quando sostituiamo i vecchi modelli che ci limitano, eleviamo allora la nostra consapevolezza ed apriamo la strada verso una vita straordinaria.

Allora come fare, come installare una nuova abitudine che ci porti ad essere, per esempio, più sereni, più produttivi o più felici? Non esistono abitudini istantanee, tutte richiedono tempo, ma se continuiamo ad esercitarci in qualcosa, prima o poi diventiamo bravi a farlo. Pian piano inizieremo a vedere i risultati ed a goderne.

La ripetizione è la madre del carattere e delle capacità.

Trent’anni fa due educatori ungheresi Lazlo e Clara Polgar decisero di sfidare la convinzione popolare che le donne non hanno grande abilità nelle attività in cui serve intelligenza spaziale, come gli scacchi. I Polgar non mandarono le loro tre figlie a scuola ma le educarono in casa, inserendo nel loro programma scolastico anche gli scacchi. Così le tre bambine, fin da piccole giocavano a scacchi con i loro genitori. Questo allenamento costante nel tempo diede i suoi frutti. Tutte e tre le ragazze entrarono a far parte dei dieci migliori giocatori del mondo. Judit, la più giovane è di gran lunga la più forte giocatrice nella storia degli scacchi; è diventata gran maestra di scacchi a soli 15 anni battendo ogni record di età per quel titolo ed è tuttora campionessa mondiale e sconfigge tutti i giocatori uomini.

Quindi se siete motivati ad essere più sereni, a trarre il meglio dalla vostra vita, potete farlo: basta allenarsi. Forse non è sempre facile, è vero, ma molto semplice. Si tratta di smettere di reagire e di iniziare a decidere nuove risposte alle richieste della vita.

Si tratta di creare delle nuove abitudini, si scegliere, per esempio, la calma al posto della rabbia, la fiducia al posto dello scoramento, la serenità al posto dello stress.

E si tratta di farlo ogni volta: dieci, cento, mille volte al giorno, in modo che questo diventi il nostro modo di vivere abitudinario. E certamente abbiamo bisogno di creare le routine quotidiane che ci allenano pian piano, che ci aiutano a raggiungere i nostri obiettivi verso la realizzazione dei nostri sogni.

Abitudini ad alto impatto ed abitudini a basso impatto

Esistono infatti routine di alto impatto e abitudini di basso impatto. Le abitudini di alto impatto dono quelle che ci muovono nella direzione desiderata, ci aiutano ad essere meglio e a fare meglio. E alla fine ci portano ad avere di meglio: sono le routine funzionali alla felicità.

Le routine di basso impatto, invece, sono quelle che ci rubano energia, che ci allontanano dai nostri sogni, che rovinano le nostre relazioni, che ci portano ad essere la peggior versione di noi stessi.

Quindi a questo punto chiediamoci quali sono le nostre abitudini.

  • Hai già una routine quotidiana?
  • C’è una pratica quotidiana che ti porta alla felicità, allo stare bene?
  • Quali sono le tue abitudini a basso impatto?

Ti lascio qualche giorno per rispondere a queste domande e ci  diamo appuntamento il prossimo sabato per parlare di potere  e come creare la tua routine potenziante.

Sei curioso?

Seguimi

Scritto da Heidi Zorzi

Diventare Mental Coach, mi ha aiutato a comunicare con i miei figli, con i miei allievi, in modo sempre più chiaro ed efficace, e aiuta loro a sviluppare autostima, motivazione, consapevolezza, che sono condizioni importanti sia nello sport, sia, soprattutto, nella vita.

30 Lug, 2021

Articoli correlati…

SEI SINTONIZZATO?

SEI SINTONIZZATO?

Nel nostro corpo scorre un energia. Energie che alcune filosofie chiamano Prana, forza vitale, Chi. Questa energia dà luogo alla formazione di un campo che ci circonda, forse è ciò che ci fa sentire a pelle, attraverso gli organi recettori, determinate sensazioni a contatto con persone o luoghi. Quando sentiamo qualcosa come il carisma o quando abbiamo la sensazione che qualcosa non funzioni o che una persona ci fa del bene.

PERMETTI A TUTTO CIÒ CHE ESISTE DI ESISTERE

PERMETTI A TUTTO CIÒ CHE ESISTE DI ESISTERE

Possiamo vedere le nostre vite come un grande evento rituale, una grande messa in scena. Non sempre nella vita succede ciò che vorremmo, ma accade ciò di cui abbiamo bisogno. Sta a noi capire la lezione.

IL POTERE DELLE PAROLE

IL POTERE DELLE PAROLE

Il linguaggio ha la magica capacità di alterare la nostra percezione. Pensiamo attraverso le parole e queste stesse parole hanno il potere di imprigionarci o di renderci liberi, di farci vivere nell’ansia e nella paura costante o di portarci serenità e tranquillità. Per questo cambiando il nostro linguaggio, cambia la nostra vita.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facciamoci una chiacchierata

8 + 7 =

Share This